Per le donne che vogliono una messa in piega perfetta, senza dover per forza recarsi dal parrucchiere, lo strumento ideale è rappresentato dalla piastra per capelli. Di cosa si tratta?
Con tale definizione si indica lo strumento che viene applicato dopo la messa in piega, in modo da fissare la pettinatura e fare in modo che essa regga anche in condizioni problematiche come quelle contraddistinte da vento o umidità.
Attualmente in commercio possono essere reperiti diversi tipi di piastre per capelli, che permettono di dare vita alla stiratura del capello, oppure alla sua arricciatura o, ancora, con il fine di creare un effetto ondulato. Alcuni modelli sono poi in grado di svolgere sia la funzione lisciante che quella ondulante.
Il modo migliore per conoscere più da vicino la piastra per capelli è quello rappresentato dalla consultazione dei tanti siti online dedicati all’argomento, ove sono reperibili preziose informazioni che possono dare un quadro esaustivo e aiutare ad operare una scelta in grado di ripagare l’investimento effettuato.

Come funziona la piastra per capelli?

Il funzionamento della piastra per capelli è abbastanza semplice. In pratica essa deve essere applicata dopo aver lavato i capelli e aver proceduto alla loro asciugatura, in modo da contribuire a fissarne la piega. Occorre anche sottolineare come alcune piastre di ultima generazione sono state ideate con il preciso scopo di essere utilizzate direttamente sul capello ancora umido, senza che sussista la necessità preventiva di una messa in piega. Lo scopo di questo modus operandi è chiaramente quello teso a risparmiare tempo prezioso.
Va poi ricordata l’esistenza di piastre a vapore, grazie alle quali è possibile conferire ai capelli la necessaria lucentezza e morbidezza. Quando si deve procedere alla scelta di una piastra è molto importante esaminare con attenzione i materiali che sono stati utilizzati in fase di costruzione. Se in un primo momento essa era abbastanza pesante, con le piastre intercambiabili, con il passar del tempo proprio l’utilizzo di materiali leggeri e resistenti ha permesso di intervenire su questo evidente difetto. In particolare sono ormai anni che il materiale più utilizzato è la ceramica. A consigliare il suo utilizzo è soprattutto la delicatezza con cui può agire sul capello, sino a garantire una lunga durata della messa in piega.
Va infine ricordato come la lunghezza della piastra contribuisca ad operare la divisione tra i modelli che possono essere utilizzati solo per la stiratura e quelli che invece presentano una piastra più sottile tale da consentire la loro utilizzazione al fine di creare l’effetto ondulato.