Quando si parla di ferro da stiro, naturalmente occorre porsi la domanda fondamentale: meglio con la caldaia o senza?
Si tratta in effetti di due prodotti molto diversi tra loro: il ferro da stiro tradizionale è compatto e molto maneggevole, rivelandosi prezioso quando il carico di biancheria non è molto rilevante, mentre quello dotato di generatore di vapore è in grado di produrne di più e in maniera costante, assicurando una autonomia maggiore che diventa preziosa quando la pigna di panni assume un certo rilievo, in quanto non costringe a fermarsi per il rabbocco dell’acqua.
Naturalmente ogni ferro all’interno di una delle due categorie può a sua volta distinguersi per caratteristiche diverse: ad esempio si possono trovare modelli a riempimento continuo, che possono essere riempiti anche in fase di stiro, e a chiusura ermetica, che impongono di spegnere il ferro per poterlo riempire.
Proprio per questo motivo consigliamo di cercare più informazioni possibili, ad esempio navigando alle pagine di questo sito, che sono in grado di chiarire molti punti e condurre quindi ad una scelta congrua chi sia indeciso.

Non solo aspetti tecnici

Solitamente la scelta del ferro avviene facendo leva su aspetti puramente tecnici, ad esempio la piastra e la disposizione dei fori. Vi sono però altri fattori che possono incidere in maniera notevole nel rendere profittevole un investimento che può essere anche importante. Il primo dei quali è proprio rappresentato dalla quantità di panni che devono essere stirati. Come abbiamo già ricordato in precedenza, ove siano molti, ad esempio quelli di un nucleo familiare numeroso, conviene acquistare un ferro con caldaia, che non costringe a fermarsi per il rifornimento di acqua e il quale può stirare con maggiore fluidità, in quanto può assicurare un getto più continuo e potente.
Un ferro da stiro di questo genere, però, ha un paio di controindicazioni di non poco conto che potrebbero spingere il consumatore ad optare infine per un dispositivo senza caldaia. Il primo è rappresentato dal fatto di essere abbastanza ingombranti, portando così via parecchio spazio nel proprio ripostiglio, un neo che può diventare ancora più notevole quando la propria abitazione non abbonda in quanto a metratura.
Il secondo è proprio quello relativo al prezzo: un ferro con caldaia, infatti, costa solitamente un centinaio di euro in più rispetto al concorrente classico. Proprio per questo motivo sarebbe il caso di considerare tutti i fattori in gioco prima di scegliere il proprio ferro da stiro.