Cosa bisogna considerare nella scelta di una buona lavasciuga? Il budget, ovvio, ma oltre a questo occorre prendere in esame una serie di fattori non tanto per scovare il miglior modello sul mercato quanto per trovare quella giusta per le proprie esigenze personali. Fra i tanti modelli di marche diverse e svariate tipologie in commercio si potrà trovare la lavasciuga ideale, andando a verificare parametri di base come la capienza, le misure, funzioni e programmi, come è specificato meglio su www.lavasciugamigliore.it.  La capacità di carico di una lavasciuga va scelta in base alle quantità di panni da lavare e a quale frequenza temporale. La lavasciuga opera in due cicli diversi, lavaggio e asciugatura, quindi in fase di asciugatura va calcolato un carico diverso da quello di lavaggio, generalmente inferiore di un paio di chili o anche di più.

Le dimensioni variano, si va da quelle standard a modelli ‘micro’ che si adattano meglio a piccoli spazi, se si vive in ambienti ristretti si può sempre optare per i modelli slim, che a differenza dei classici elettrodomestici con spessore di 60 centimetri variano di profondità fra i 40 e i 45 centimetri, un bel risparmio di spazio. Ciò che conta, particolarmente, sono però i programmi e le funzionalità dell’elettrodomestico che può integrare anche optional diversi dai soliti, i quali vanno a incidere anche sul prezzo.

Ogni lavasciuga è, per così dire, specializzata nel trattamento di particolari capi, ad esempio si trovano in commercio modelli più predisposti al lavaggio dei capi in lana piuttosto che sintetici, proprio in base al tipo di programma. Starà a noi scegliere la lavasciuga più adatta in base al nostro guardaroba, non avrebbe senso acquistare una lavasciuga più orientata al lavaggio di maglioni in lana se non si indossano indumenti di quel genere. Anche per quanto riguarda l’opzione asciugatura può variare da modello a modello, per esempio per il grado di umidità conferito alla biancheria che può uscire asciuttissima ma con prevedibili grinze e pieghe o ancora leggermente umida per poterla stirare meglio. Questo spiega gli optional di alcuni modelli che prevedono diversi livelli di asciugatura a seconda degli indumenti trattati.